Renno

  • Destinazione
    Bologna-Modena
  • Provincia
    Modena
  • Distanza dal Capoluogo
    54 km

Renno e la sua Pieve costituiscono uno degli "enigmi" più affascinanti della nostra storia territoriale. Il trasferimento della Pieve da Pavullo a Renno rappresenta un punto decisivo per la svolta nella storia del borgo.

Con molta probabilità, Renno era un importante centro fiscale per la raccolta delle imposte nella zona del Frignano, e giuridico per l'amministrazione delle terre pubbliche. Il borgo era presumibilmente spostato su Renno di Sopra dove ancor oggi è possibile rinvenire tracce di un importante castello altomedioevale la cui decadenza coinciderà con l'ascesa della potenza militare e difensiva di Montecuccolo.

Da visitare la Chiesa Plebana di S. Giovanni Battista, l'attuale chiesa parrocchiale, il cui restauro, del 1872, ha nciso pesantemente sull'aspetto esterno. È una delle più artistiche pievi della montagna modenese.

Da non perdere inoltre le località di Piantacroce, Renno di Sopra, Renno di Sotto, l'Amola e Ca' di Polo.

Ultimo aggiornamento 08/01/2020

Potrebbe interessarti...

SITO UFFICIALE DI INFORMAZIONE TURISTICA © 2019 - 2020 Regione Emilia-Romagna Assessorato Turismo e Commercio