Caorso

Logo CC

Il centro abitato si trova sulla via per Cremona lungo le sponde del fiume Po, dove ancora emerge il profilo della centrale nucleare "Arturo" disattivata nel 1988.


Da non perdere

Da visitare sono la rocca Mandelli, sede del municipio, dove ammirare la capellina dei Penitenti e la Chiesa di Santa Maria Assunta, patrona del comune.

A breve distanza dall'abitato un osservatorio sulla natura dove scoprire peculiarità floro-faunistiche è l'Oasi de Pinedo, lungo il fiume Po tra i comuni di Caorso e Monticelli d'Ongina.


Sulla tavola

I prodotti che la terra offre in questa zona sono in particolare aglio e cipolle, adatti ad insaporire i piatti tipici piacentini. Non manca una tradizione legata al fiume che si contraddistingue per piatti a base di pesce.


Per tenersi in forma

Lungo l'argine maestro del fiume Po si snoda un percorso perfetto per trekking e ciclismo, parte della "ciclovia del Po" che si sposta tra Lombardia ed Emilia a cavallo del grande fiume e che include l'oasi naturalistica Isola de Pinedo.


Appuntamenti di rilievo

La quarta domenica del mese si tiene la mostra mercato "Ricordi del Passato".


Nei dintorni

Si consiglia un passaggio a Isola Serafini per gli amanti della navigazione fluviale. 
Arte e cultura si incontrano nei castelli di Monticelli d'Ongina e San Pietro in Cerro che distano pochi chilometri da Caorso.

L'area rientra inoltre nel percorso della Strada del Po e dei Sapori della Bassa Piacentina

Ultimo aggiornamento 09/04/2021
SITO UFFICIALE DI INFORMAZIONE TURISTICA © 2020 - 2021 Regione Emilia-Romagna Assessorato Turismo e Commercio