Campegine

Logo CC
  • Destinazione
    Emilia
  • Provincia
    Reggio nell'Emilia
  • Distanza dal Capoluogo
    15 km

Campegine, da sempre ricca di sorgenti naturali, conserva, proprio in virtù di questa caratteristica, numerose tracce di insediamenti preistorici e il tracciato sotterraneo dell’antico acquedotto romano che portava acqua potabile a Brixellum (Brescello).

L’agricoltura progredì con la progressiva bonifica di queste aree paludose, per opera, in epoche diverse, delle legioni romane, dei monaci Benedettini, degli imponenti lavori di bonifica del marchese Corneglio Bentivoglio, nella seconda metà del Sec. XVI, e della cura dello Stato Estense di Ferrara, che per quasi quattro secoli ebbe il dominio del territorio.

Comune autonomo dal 1860, la cittadina di Campegine ha pagato un duro tributo di sangue nelle vicende più recenti della storia d’Italia, in particolare durante le sommosse contro la tassa sul macinato del 1869 e nella lotta di Resistenza al nazifascismo.

Sul territorio comunale, nelle adiacenze del tracciato dell’autostrada A1, si trova la corte rurale di Valle Re che risale al Sec. XV. Nel Settecento appartenne alla famiglia di Filippo Re, famoso agronomo. Nell’area circostante la regione Emilia-Romanga ha istitutito nel 1992 la Riserva Naturale orientata di Corte Valle Re.

Presso il Cimitero di Campegine si trova la tomba dei sette Fratelli Cervi, fucilati dai fascisti il 28 dicembre 1943, nella medesima cappella riposano anche le spoglie del padre Alcide e della madre Genoveffa Cocconi.

Ultimo aggiornamento 22/01/2020

Per maggiori informazioni

Redazione Reggio Emilia e pianura

Potrebbe interessarti...