Campegine

Logo CC

Il Comune di Campegine è costituito dai centri di Caprara, Case Cocconi, Lora e Razza.

A sud del territorio si snoda il segmento autostradale A1 Milano-Bologna con uscita al nuovo casello "Terre di Canossa-Campegine". Parallelamente all’autostrada corre il tracciato della linea ferroviaria Alta Velocità. 


Perché visitarla

Comune autonomo dal 1860, la cittadina di Campegine ha pagato un duro tributo di sangue nelle vicende più recenti della storia d’Italia, in particolare durante le sommosse contro la tassa sul macinato del 1869 e nella lotta di Resistenza al nazifascismo.

Presso il Cimitero di Campegine si trova la tomba dei sette Fratelli Cervi, fucilati dai fascisti il 28 dicembre 1943; nella medesima cappella riposano anche le spoglie del padre Alcide e della madre Genoveffa Cocconi.

La località merita una visita per le bellezze naturalistiche e storiche; conserva infatti, grazie alla presenza di sorgenti naturali, numerose tracce di insediamenti preistorici e il tracciato sotterraneo dell’antico acquedotto romano che portava acqua potabile a Brixellum (Brescello).

L’agricoltura progredì con la progressiva bonifica di queste aree paludose per opera, in epoche diverse, delle legioni romane, dei monaci Benedettini, degli imponenti lavori di bonifica del marchese Corneglio Bentivoglio, nella seconda metà del XVI secolo, e della cura dello Stato Estense di Ferrara, che per quasi quattro secoli ebbe il dominio del territorio.


Per tenersi in forma

Passeggiando nella riserva naturale di Corte Riserva naturale Regionale Fontanili di Corte Valle Re. È un fazzoletto di 37 ettari riconosciuto come sito di interesse comunitario, caratterizzato da 20 sorgenti attive, specchi d’acqua, canali circondati da fitti canneti e un’interessante fauna acquatica. 

Provenendo dal centro urbano di Campegine, la Riserva si raggiunge percorrendo via Cavatorti e imboccando, dopo il cavalcavia dell’autostrada del Sole, la laterale a sinistra che conduce direttamente al parcheggio antistante l’ingresso. 


Appuntamenti di rilievo

Fiera SS. Pietro e Paolo - Ultimo weekend di giugno
Spettacoli, mercato tradizionale, mercatino artistico, stands di prodotti tipici.


Nei dintorni

Sul territorio comunale, nelle adiacenze del tracciato dell’autostrada A1, si trova la corte rurale di Valle Re che risale al XV secolo. Nel Settecento appartenne alla famiglia di Filippo Re, famoso agronomo. Nell’area circostante, la regione Emilia-Romagna ha istituito nel 1992 la Riserva Naturale orientata di Corte Valle Re.

Sulla stessa direttrice di Valle Re a nord, a ridosso del canale Cava si incontra la Corte del Gualtirolo, antichissimo centro fortificato, trasformato poi dai monaci Benedettini del Monastero di S. Prospero di Reggio Emilia, che ne ebbero il possesso dal 1080 al 1782, in una florida impresa agraria, rinomata per l’allevamento dei bovini e soprattutto per la produzione del “Parmesan” formaggio Parmigiano Reggiano, per otto lunghi secoli.

Ultimo aggiornamento 09/10/2020

Potrebbe interessarti...

SITO UFFICIALE DI INFORMAZIONE TURISTICA © 2019 - 2020 Regione Emilia-Romagna Assessorato Turismo e Commercio