Pianello Val Tidone

Logo CC

Pianello Val Tidone sorge incuneato nella collina a ovest del capoluogo.


Perché visitarla

Un centro collinare nel cuore di un territorio dove incontrare natura, archeologia, storia, castelli e distese di vigneti.


Quando andarci e cosa vedere

Frequentata località di villeggiatura e zona di ritrovamenti archeologici.

Meritano una visita la Chiesa di S. Maurizio, la Rocca, oggi sede degli uffici comunali e il Museo Archeologico della Val Tidone.

Nei dintorni, la possente Rocca d’Olgisio e resti di fortificazioni nelle località di Arcello, Castellaro, Fontanese ben conferiscono l'idea di come un tempo il territorio si caratterizzasse come importante avamposto per le famiglie nobiliari medioevali.

La zona rientra nel percorso della Strada dei Vini e dei Sapori dei Colli Piacentini e delle ippovie "Andando per castelli".


Da non perdere

Meritano una visita la Chiesa di S. Maurizio, la Rocca dal Verme, oggi sede degli uffici comunali e il Museo Archeologico della Val Tidone


Sulla tavola

La cucina tipica piacentina trova qui come punti di forza i salumi DOP e i piatti di carne: picùla ad caval e cotechino.


Per tenersi in forma

Le associazioni attive sul territorio offrono opportunità di trekking e MTB lungo il sentiero del Tidone.


Appuntamenti di rilievo

La stagione delle fiere e delle sagre si apre con la festa della Galeina Grisa a fine aprile e prosegue fino all'autunno.
Di rilievo per il turismo enogastronomico Calici di Stelle a inizio Agosto. 

In settembre oltre alla festa patronale di San Maurizio e nell'ambito del Valtidone Wine Fest si tiene l'evento Pianello Frizzante.
Da non perdere nel secondo semestre dell'anno alcuni appuntamenti musicali: l'Appennino Festival e il Val Tidone Festival che si tengono in diverse località della valle. 


Nei dintorni

Nei dintorni, la possente Rocca d'Olgisio e resti di fortificazioni nelle località di Arcello, Castellaro, Fontanese ben conferiscono l'idea di come un tempo il territorio si caratterizzasse come importante avamposto per le famiglie nobiliari medioevali.

La zona rientra nel percorso della Strada dei Vini e dei Sapori dei Colli Piacentini.

Ultimo aggiornamento 09/04/2021
SITO UFFICIALE DI INFORMAZIONE TURISTICA © 2020 - 2021 Regione Emilia-Romagna Assessorato Turismo e Commercio