Parco delle Saline di Cervia

Il luogo in cui nasce il sale dolce di Cervia

Logo CC

La visita guidata all’interno del Parco delle Saline di Cervia è la chiave d’accesso a una storia antica, quella della produzione del sale dolce di Cervia, custodito all’interno di un ecosistema unico che offre riparo a specie di uccelli quali i fenicotteri, i cavalieri d'Italia e gli aironi bianchi maggiori.

Un’esperienza che permette di coniugare il racconto di una tradizione e l’osservazione della natura. Dal punto di vista paesaggistico, la Salina di Cervia rappresenta infatti un unicum nell’area dell’Alto Adriatico per estensione (827 ettari), profondità delle acque al suo interno (pochi centimetri) e anche per l’alta concentrazione di sale nell’acqua, pari al 150%. È stata per questo annoverata fra le Zone Umide di Importanza Internazionale della Convenzione di Ramsar.

Ultimo avamposto sud del Parco del Delta del Po, la Salina di Cervia si compone di più di 50 bacini circondati da un canale di oltre 16 km di lunghezza, che consente all’acqua del mare Adriatico di entrare e uscire dall’area. È proprio grazie all’ingresso dell’acqua salmastra nei canali della salina che, una volta evaporata, si ottiene il sale. 

La raccolta del sale ha luogo nel cuore della salina e avviene in maniera ancora artigianale, con l’aiuto di un nastro trasportatore e di un carrello. Soltanto nella Salina Camillone il sale è raccolto ancora a mano con la tecnica detta a raccolta multipla, che si ripete ogni anno da fine agosto a inizio settembre. Si tratta di una sorta di museo del sale a cielo aperto che produce circa 1000 quintali di sale all’anno.

Il risultato del ciclo produttivo è un sale definito dolce, in quanto contenente solo cloruro di sodio purissimo, con una bassissima percentuale di altri cloruri più amari. 

Il Parco delle Saline di Cervia può essere esplorato in vari modi - a piedi, in bici o in barca - ma sempre accompagnati da una guida esperta. Il ritrovo è il Centro Visite Saline di Cervia, collocato proprio a ridosso del parco, che organizza visite nel periodo migliore per ammirare le bellezze del parco, da marzo a novembre.

Nel punto vendita del parco è possibile poi acquistare una confezione di sale dolce di Cervia e altri prodotti tipici.

Info

Ultimo aggiornamento 14/07/2020
SITO UFFICIALE DI INFORMAZIONE TURISTICA © 2019 - 2020 Regione Emilia-Romagna Assessorato Turismo e Commercio