Salamini italiani alla Cacciatora DOP

Il salume dei “cacciatori” dal profumo delicato

Logo CC

I Salamini Italiani alla Cacciatora DOP sono il secondo prodotto per consumi in Italia dopo il salame Milano. Dolci e delicati al gusto, lo loro caratteristica principale sta nelle ridotte dimensioni, il che li rende molto pratici e semplici da consumare.

Tradizionali eredi dell’arte norcina che ha sempre caratterizzato tutta la Val Padana, devono il loro nome a una diffusa usanza dei cacciatori di portare con sé questo salame durante le loro battute.

Il disciplinare DOP prevede che tutte le fasi del processo di lavorazione si svolgano in regioni e/o in province specifiche (Friuli Venezia Giulia, Veneto, Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna, Umbria, Toscana, Marche, Abruzzo, Lazio e Molise).

Oggi, come un tempo, la lavorazione di questo salume richiede una grande esperienza. Per ottenere un prodotto di qualità debbono essere usati solo i tagli più nobili del maiale, prima di passare alle fasi successive che prevedono macinatura (con l’aggiunta anche di sale, pepe e aglio), insaccatura e stagionatura (almeno 10 giorni).

In cucina

I Salamini Italiani alla Cacciatora DOP sono un ottimo prodotto da consumare durante il pasto o come veloce spuntino. La pezzatura piccola li rende adatti a un’alimentazione moderna, che spesso richiede prodotti sempre freschi, da consumare in tempi brevi.

Classico è il loro impiego come antipasto, solitamente in abbinamento con altri salumi, formaggi e sott’oli ma può essere anche adoperato per preparare sfiziose insalate, abbinato ad esempio a mela e melagrana, oppure a lenticchie, pomodoro e olive, conditi con aceto balsamico. Ideale l’accostamento ai vini rossi.

Info

Ultimo aggiornamento 07/02/2020