Vitellone bianco dell’Appennino Centrale IGP

Dall’Appennino centrale una delle carni più pregiate al mondo

Logo CC

Sotto la certificazione Vitellone Bianco dell'Appennino Centrale IGP si riconoscono tre specifiche razze bovine italiane dal caratteristico manto bianco. Sono la Chianina, la Marchigiana e la Romagnola, presenti sui territori della dorsale appenninica fin dal tempo degli Etruschi e dei Romani.

Se una volta venivano impiegate per il lavoro nei campi o come sacrificio alle divinità, oggi sono maggiormente allevate per la qualità delle loro carni, tanto da essere considerate una delle razze più pregiate al mondo per il basso contenuto di grassi e colesterolo.

Tra loro, la razza Romagnola merita una menzione particolare: è considerata la migliore per la quantità e qualità, oltre a essere la più resistente. La sua carne si riconosce per il colore rosso vivo e la grana fine, soda ed elastica. Sapida e tenera al palato, presenta solo un 2% di grassi ed è ricca di ferro e aminoacidi essenziali.

Attualmente la certificazione Igp comprende i comuni e le vallate dell'Emilia Romagna, della Toscana, del Lazio, dell'Umbria, delle Marche, della Campania, dell'Abruzzo e del Molise.

In cucina

Il vitellone bianco dell'Appennino Centrale IGP si presta a diverse cotture e preparazioni, come stufati, arrosti, bolliti, o cotture alla brace.

Info

Ultimo aggiornamento 07/02/2020
SITO UFFICIALE DI INFORMAZIONE TURISTICA © 2019 - 2020 Regione Emilia-Romagna Assessorato Turismo e Commercio