Acquapartita e zona dei Laghi

Logo CC

Sorta in anni recenti, la frazione di Acquapartita è posta ai margini dell'omonimo Lago, sulle pendici del monte Còmero, lungo la SP. 43 che da S. Piero in Bagno conduce al monte Fumaiolo e alle Sorgenti del Tevere.

Il toponimo della località deriva da una storia curiosa. Fino agli inizi del Settecento v'era un lago naturale che apparteneva alla comunità e veniva dato in affitto: il conduttore aveva l'obbligo di vigilare perché non si prosciugasse o – come si diceva allora – "che l'acqua non partisse". Uno di questi, evidentemente, fece "partire l'acqua". Il lago fu ripristinato alla fine dell'Ottocento.


Perché visitarla

Acquapartita è un luogo immerso nel verde, ideale per la vacanza ed il relax, con alberghi e rinomati ristoranti che offrono funghi, tartufi e cacciagione.

Nei dintorni boschi incontaminati e pregiati castagneti offrono la possibilità di praticare trekking, mtb, equitazione.

A pochi chilometri dal Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Montefalterona e Campigna, il lago di Acquapartita è oggi caratterizzato da una fauna ittica in grado di offrire la possibilità di pescare in tutte le stagioni e con differenti tecniche sportive grazie alla presenza di quattro sottospecie di trota come la trota lacustre o la trotra salmonata, due tipologie di luccio, la carpa, la tinca, lo storione, il salmierino e il black bass.


Nei dintorni

Poco distanti dal Lago di Acquapartita sorgono altri due meravigliosi specchi d'acqua: Lago dei Pontini (748 mt slm) e Lagolungo (616 mt slm), entrambi posti alle pendici del monte Còmero.

Si sono formati a seguito di una enorme frana staccatasi il 15 febbraio del 1855 da San Cataldo, nel versante nord-ovest del Còmero, e che nella sua lenta colata distrusse una cinquantina di abitazioni, tra cui il villaggio Baroncioni e la chiesa di Crocesanta, per poi raggiungere il Savio sbarrandone temporaneamente il corso. Intorno ad essi si trova un antico castagneto che annovera molte piante secolari.

Oggi i deliziosi specchi d'acqua - il più grande (2,5 ettari) è quello dei Pontini - circondati da secolari castagni e da una natura lussureggiante, sono luoghi ideali per svago e relax. Vi sono punti di ristoro con specialità gastronomiche locali, aree per pic-nic, sentieri per salutari passeggiate a piedi, in MTB o a cavallo. Trote, carpe, tinche, lucci permettono le più diverse tecniche di pesca in ogni stagione; vi si organizzano gare e scuole di pesca sportiva.

Il relax del laghi e il beneficio delle acque termali per una vacanza all'insegna del benessere e della natura.

Ultimo aggiornamento 05/03/2020

Per maggiori informazioni

Redazione Bagno di Romagna

UFFICI INFORMAZIONI

Ufficio Informazioni e Centro Visita Parco Nazionale di Bagno di Romagna
via Fiorentina 47021 Bagno di Romagna (FC)
Tel: 0543 911046 info@bagnodiromagnaturismo.it Apertura: annuale

Potrebbe interessarti...

Potrebbe interessarti...