Luzzara

Logo CC

Luzzara propone un suggestivo paesaggio tipicamente padano. Situata all'estremo confine settentrionale della Provincia di Reggio Emilia, dove la Bassa reggiana si confonde con l'Oltrepo mantovano, è da sempre indissolubilmente legata al carattere e ai destini del fiume Po.


Perché visitarla

Meta ideale per un turismo consapevole non solo per gli scenari naturalistici ma anche per i suoi prodotti genuini (il Lambrusco e il Parmigiano Reggiano, per esempio), con una cucina che fa perno sui sapori tipici dei cappelletti, dei tortelli di zucca, dei salumi, dei piatti di pesce di fiume.

Grazie all'opera del suo figlio più illustre, Cesare Zavattini (a cui è titolato il Museo Nazionale delle Arti Naïves, unico nel suo genere ma purtroppo ancora chiuso a causa dei danni del terremoto del 2012), Luzzara, le campagne circostanti il mondo del fiume sono andati ben oltre precisi limiti geografici e sono diventati luogo dello spirito, da scoprire a piedi, in mountain bike, a cavallo, in canoa.


Da non perdere

Accanto al centro storico di Luzzara, con i suoi portici antichi e la sua alta e massiccia Torre (la più alta della provincia, come dicono fieramente i luzzaresi), si sono conservati la rete delle bonifiche e delle valli, ma soprattutto il Po e la golena. Qui, tra pioppi e betulle, o direttamente sulle sponde del fiume, i casotti sbucano tra il verde, spesso issati su palafitte e circondati da orti, alberi di mele cotogne, prugne e noci.

La Chiesa di San Giorgio, di impronta barocca, conserva l'abside e alcuni particolari di stile romanico.

Di notevole interesse il recupero dell'ex Cava Luccio, il laghetto artificiale derivante da una cava per l'estrazione dell'argilla, e dell’area circostante, con la creazione di percorsi pedonali e didattici per le scuole.


Per divertirsi

All'interno dell'area naturale del fiume Po, in un magnifico bosco di querce secolari, si trova il "River Park". L' ambiente che lo circonda si distingue per la tranquillità, gli spazi verdi e l'aria incontaminata, fuori dal contesto urbano. Adatto sia a grandi che a piccoli, il parco dispone di percorsi di diverso grado di difficoltà, realizzati in tutta sicurezza e nel completo rispetto della natura. All'interno del parco sono presenti panchine e tavoli da picnic per pranzi al sacco. Nell'area adiacente è presente, sulle rive del fiume del Po, un chiosco-bar, dove è possibile mangiare hamburgers, panini, insalatone, e grigliate con musica dal vivo nei weekends.


Per tenersi in forma

Percorsi cicloturistici in golena. La golena di Luzzara è inserita nei principali percorsi cicloturistici dell'Emilia e della Lombardia, che permettono di visitare piccoli e grandi centri ricchi di elementi storici e culturali, con una tradizione culinaria invidiabile. Luzzara si collega agevolmente alle ciclovie parmensi, a Mantova e al Lago di Garda. E' inserita in percorsi più brevi, ma ugualmente importanti e suggestivi, come quello che da Brescello va a Suzzara (passando da Gualtieri, Guastalla e Luzzara), il giro dei tre Ponti (Borgoforte, Correggioverde, Luzzara, Suzzara) e quello che da Luzzara va alla foce del Secchia (Motteggiana, Bagnolo San Vito, San Benedetto Po).
È disponibile "Terre di Po e dei Gonzaga in bici": una app con nove percorsi cicloturistici differenti, che collegano tutti i comuni della Bassa Reggiana, su App Store (per iPhone) e su Google Play (per Android).


Appuntamenti di rilievo

Fiera di Luglio - secondo weekend di luglio
Spettacoli musicali e d'intrattenimento.

Ultimo aggiornamento 15/03/2021

Potrebbe interessarti...

SITO UFFICIALE DI INFORMAZIONE TURISTICA © 2020 - 2021 Regione Emilia-Romagna Assessorato Turismo e Commercio