Sant'Agata sul Santerno

Logo CC

Piccolo centro situato a ovest di Lugo nell'entroterra della pianura ravennate sulla riva del fiume Santerno.


Perché visitarla

La cittadina di Sant'Agata già segnalata nelle antiche mappe, come castrum, poco dopo il Mille, sorge in un territorio da sempre conteso in Romagna tra i signori di Ferrara e lo Stato Pontificio, per la sua posizione strategica sulle rive del fiume Santerno.
Solamente una delle torri dell'antico castello è sopravvissuta alle vicende della storia. La torre, oggi "porta" della città, venne dotata di una campana fin dal 1487, conosciuta come “la campana della ragione” utilizzata per chiamare a raccolta i cittadini e di orologio.


Da non perdere

Il grande arco della torre immette nel piazzale della chiesa Arcipretale, ricostruita su una più antica chiesa rinascimentale di cui rimangono tracce della decorazione della facciata in sacrestia. A croce latina, la chiesa conserva al suo interno alcuni dipinti di artisti locali.
Altri edifici di pregio sono il palazzo comunale e il palazzo dei Contadini, sede del centro culturale.

S. Agata è il paese di Custode Marcucci (1864-1951), liutaio di chiara fama, al quale sono dedicati i murales di via Mazzini, del pittore comacchiese Riccardo Buonafede (2017).


Appuntamenti di rilievo

Nella piazza della città e nelle zone limitrofe, tutto l'anno si tengono tre mercatini del riuso nella seconda, nella terza e nella quarta domenica di ogni mese.


Uffici informazioni

Ufficio Informazioni S. Agata sul Santerno
Piazza Garibaldi, 5 Sant'Agata sul Santerno (RA)
telefono: + 39 0545 919907 urp@comune.santagatasulsanterno.ra.it
Ultimo aggiornamento 24/09/2021
SITO UFFICIALE DI INFORMAZIONE TURISTICA © 2020 - 2021 Regione Emilia-Romagna Assessorato Turismo e Commercio