L’entroterra di Cervia

Lungo il fiume Savio tra natura e storia

Logo CC

Un itinerario rurale nella campagna cervese, lungo il fiume Savio, perfetto per chi vuole scoprire il patrimonio agreste cervese, ricco di località di antica tradizione contadina, tra chiese storiche e paesaggi rurali di grande interesse. 

Un percorso giornaliero, completamente pianeggiante, di circa 25 km, dall'antica Pisignano, attraverso il parco fluviale di Cannuzzo, fino a Savio: pronti a partire?

  • Durata
    24 ore
  • Interessi
    Riviera
  • Target
    Tutti
  • Prima tappa Cervia

    Pieve di Pisignano

    Si parte da Cervia in auto o in sella alla bici e si prosegue verso l'entroterra, attraverso le magiche saline fino a raggiungere Via Crociarone, puntellata da notevoli esempi di architettura rurale. Dopo pochi chilometri si scorge la soglia di Pisignano, un importante centro agricolo. 

    È proprio qui che sulla destra appare maestosa una delle chiese più antiche della provincia di Ravenna: è la Pieve di Santo Stefano, circondata da uno splendido paesaggio di campagna. Si consiglia una visita sia all'esterno che all'interno, per ammirare i pregevoli affreschi attribuiti a Luca Longhi e reperti risalenti all'epoca romana, come la pietra miliare posta al suo ingresso.

    Dopo la visita si riparte nella stessa direzione fino a raggiungere Via Salara e la seconda tappa del percorso.

  • Seconda tappa Cervia

    Cannuzzo e il Parco Fluviale del Savio

    Lungo la via sono presenti tre diversi accessi al Parco Fluviale di Cannuzzo. Uno di questi si trova vicino al Santuario della Madonna degli Angeli, famoso per lo splendido affresco del '500 custodito al suo interno. 

    All'esterno si può parcheggiare e procedere a piedi o in bici lungo un percorso sull'argine del fiume, fino a Castiglione.

    Il Parco si snoda per oltre un chilometro e permette un’immersione negli ambienti naturali che costeggiano le rive del fiume. 

    Fra zone umide e radure asciutte, si aprono scorci nel bosco, ricco di alberi tipici degli ambienti fluviali, come frassini, salici e pioppi bianchi.

    Il cuore del Parco è un’ampia piazza circolare con sedute ombreggiate e due radure attrezzate con tavoli, panche e barbecue realizzati in pietra serena, materiale tipico del territorio romagnolo. Un posto perfetto per una sosta o un picnic prima di ripartire.

  • Terza tappa Cervia

    Da Castiglione a Savio in bici

    Il Parco termina in un sentiero che si incrocia con il ponte della Cervese; da qui si prosegue la passeggiata percorrendo il sentiero ciclopedonale del Savio

    Un percorso di circa 7 chilometri che all'alto dell'argine troneggia sulla campagna circostante e sulla città rurale di Castiglione .

    A quasi metà strada si trova l'ingresso del Bosco Duca D'altemps, una fascia di verde ricca di maestose farnie che si estende per circa un chilometro e che merita una visita. 

    Si continua poi lungo il fiume, fino a raggiungere la città di Savio.

    Da qui è facile raggiungere sia Milano Marittima che Cervia percorrendo la via Romea Nord, per poi ricongiungersi con la pista ciclabile di Via Ascione. Si tratta della strada di fronte a Casa delle Aie, un'imponente casa colonica importante per la storia di Cervia e oggi centro culturale.

    Si percorre quindi l'ultimo tratto di campagna e si arriva alla pineta di Cervia e Milano Marittima, da cui si può procedere verso una delle due località.

Ultimo aggiornamento 29/12/2020

Per maggiori informazioni

Redazione Cervia

UFFICI INFORMAZIONI

IAT Cervia
Via Evangelisti 4 Cervia (RA)
telefono: + 39 0544 974400 fax: + 39 0544 977194 iatcervia@cerviaturismo.it

Potrebbe interessarti...

Potrebbe interessarti...

SITO UFFICIALE DI INFORMAZIONE TURISTICA © 2020 - 2021 Regione Emilia-Romagna Assessorato Turismo e Commercio