Febbio

Logo CC

Il borgo di Febbio insieme a Monte Orsaro è l'ultimo paese della Val d'Asta, situato a 1053 m slm., ai piedi del monte Cusna, nel cuore del Parco nazionale dell'Appennino Tosco-Emiliano.


Quando andarci e cosa vedere

Grazie alla posizione di cui gode, il paese si è sviluppato come luogo di villeggiatura estiva e invernale.

A circa 3 Km da Febbio, nella località di Rescadore, si trova una delle maggiori stazioni di sport invernale dell'Appennino Reggiano denominata Alpe di Cusna (1200-2063 m slm).

D'inverno il versante nord orientale del Cusna si trasforma in un'attrezzata stazione sciistica per principianti ed esperti. La vasta dorsale del Cusna e la varietà del paesaggio rendono possibile lo sci alpinistico, il fuori pista e il fondo.

Da Rescadore (1153 m), una seggiovia in due tronconi consente tra l'altro di raggiungere il filo di cresta del Cusna, a oltre 2063 metri di quota, la più alta dell'Appennino Reggiano.

I numerosi e moderni impianti e l'ampio chilometraggio delle piste per lo sci (19 km di piste) consentono diverse possibilità di scelta, grazie anche all'abbondante innevamento che, soprattutto nella parte alta dei tracciati, si mantiene fino a primavera inoltrata. E' presente inoltre un efficiente sistema per la produzione di neve artificiale.


Per tenersi in forma

In estate Febbio è una porta d'accesso privilegiata alla fitta rete di sentieri del Parco Nazionale dell'Appennino Tosco-Emiliano, che fanno capo al rifugio del Cai "Cesare Battisti", a Lama Lite (1760 m).

Ultimo aggiornamento 16/01/2020

Per maggiori informazioni

Redazione Appennino Reggiano

Potrebbe interessarti...