Gattatico

Logo CC

A nord di Reggio Emilia, nel cuore della pianura padana si trova Gattatico che prende il nome della frazione nella quale ebbe sede il Comune fino al 1870: in seguito il municipio fu trasferito a Praticello, scelto come sede politica e amministrativa per la centralità sul territorio.


Perché visitarla

Zona di antico insediamento umano, fu abitata prima dai Galli Cenomani e, in seguito, dai omani che vi fondarono Tannetum, centro fiorente soprattutto in età augustea. Nell'lto Medioevo furono realizzati interventi di bonifica delle terre, per i quali venivano frequentemente impiegati i captati (prigionieri), dalla cui denominazione deriverebbe il nome Gattatico. Dopo avere conosciuto alternativamente la dominazione Farnese, Sforzesca, Papale, Francese e Austriaca, il paese fu eretto a Comune nel 1805 e nel 1853 passò ufficialmente alla Diocesi di Reggio Emilia. 

La località è ricca di ville e corti padronali, tra cui due complessi del Pantaro di Sotto e del Pantaro di Sopra. A Praticello si trova l’interessante chiesa di S. Matteo.


Da non perdere

Il Museo Casa Cervi, che è anche un attivo centro culturale, è situato nella casa colonica in cui vissero e furono arrestati dai fascisti nel 1943 i sette Fratelli Cervi, poi fucilati. Nel museo si trovano documenti e testimonianze varie legate alla vicenda storica dei fratelli Cervi, alla Resistenza e alla cultura contadina.

Nel museo sono raccolti anche gli attrezzi relativi al lavoro e alla vita di una famiglia contadina nella prima metà del secolo. Il museo è promotore di un intenso calendario di convegni, mostre e attività culturali (la più importante è il Festival Teatrale di Resistenza), e ospita una biblioteca di storia dell'agricoltura.


Appuntamenti di rilievo

Festival Teatrale di Resistenza - luglio
Rassegna di teatro civile contemporaneo.

Festa del Grano - Agosto - località Olmo
Festa di antichi mestieri. Trebbiatura del mais, trebbiatura del frumento all'antica, cottura del formaggio Parmigiano Reggiano, preparazione della polenta, pane fatto a mano e cotto nel forno a legna, pigiatura dell'uva all'antica, palio dei ciccioli. Animazioni, concerti, balli, tornei, giochi, commedie, cabaret.

Fiera di San Matteo - quarta domenica di settembre
Bancarelle, luna park, artigianato artistico, mostre, musica, gastronomia.

Ultimo aggiornamento 15/10/2020
SITO UFFICIALE DI INFORMAZIONE TURISTICA © 2020 - 2021 Regione Emilia-Romagna Assessorato Turismo e Commercio