Lizzano in Belvedere

Logo CC

Lizzano in Belvedere è situato al confine con le province di Modena e Pistoia, all’estremo lembo dell’Appennino bolognese, la cui cima più alta è il monte Corno alle Scale (1945 mt), rinomato per la presenza dell’omonima stazione invernale e per il parco regionale Corno alle Scale che si estende ai piedi del massiccio bolognese.


Perché visitarla

La località si presenta come una piccola oasi montana, capace di coniugare in maniera perfetta ambiente e tradizioni con le esigenze del turismo moderno.

Nel territorio del Corno alle Scale relax, divertimento, benessere e sport si intrecciano in un mix di emozioni e di possibilità davvero uniche, capaci di offrire al turista una vacanza a misura d’uomo. Percorrere le vallate in mtbike o a piedi, o trascorrere qualche ora nella pace di un rifugio sono le opportunità che questi luoghi presentano per ritrovare l’equilibrio del corpo e della mente.


Quando andarci e cosa vedere

A Lizzano in Belvedere e nei suoi dintorni è possibile sentirsi protagonisti di una vacanza indimenticabile. Alle pendici del Corno alle Scale le emozioni si rinnovano in ogni periodo dell’anno offrendo al turista sempre nuove opportunità.

In inverno, per chi ama la velocità e il divertimento, ci sono le piste intitolare proprio ad Alberto Tomba e dove il campione bolognese torna spesso a sciare. Per chi invece volesse assaporare emozioni diverse ci sono numerosi tracciati per lo sci alpinismo ed un moderno snow park, dove cimentarsi in acrobatiche evoluzioni sulla tavola da neve.

Quando arriva la primavera il territorio si trasforma in una palestra all’aria aperta dove praticare trekking, mountain bike, gettarsi con il parapendio, tirare con l’arco o cimentarsi negli sport più classici quali tennis, calcio, basket, volley e nuoto.

Infine, durante tutto l’anno, è possibile concedersi un momento di relax interrompendo il ritmo quotidiano per una pausa a contatto con la natura o nel caldo tepore di un rifugio, magari assaporando i tanti prodotti tipici locali che arricchiscono la cucina emiliana, o visitando i numerosi monumenti storici che punteggiano tutto territorio, a partire dall’antica chiesa circolare di Lizzano, edificio conosciuto come Rotonda o Delubro, una costruzione protoromanica edificata in epoca longobarda.


Da non perdere

Non si può lasciare il comprensorio di Lizzano in Belvedere senza aver raggiunto il Lago Scaffaiolo (km. 19) per godere dello splendido panorama che si apre sia sugli Appennini sia sulle Alpi Apuane, percorrere le cinque cascate del Dardagna (km. 12) e visitare il piccolo borgo medioevale di Monte Acuto delle Alpi (km. 8).


Sulla tavola

La posizione del territorio di Lizzano in Belvedere ha influenzato la cucina locale, possiamo ritrovare infatti sia i piatti tipici della tradizione bolognese (tortellini, lasagne, ecc.), sia quelli modenesi (borlenghi, zampanelle e tigelle). E’ zona di produzione del Parmigiano Reggiano, acquistabile direttamente presso il caseificio sociale di Querciola (Km. 6). A Lizzano è presente inoltre l’ allevamento del pesce “salmerino”, dichiarato presidio Slow Food.


Per divertirsi

Assolutamente da provare sulla vetta del Monte Pizzo il Parco Avventura “Montepizzo” (km. 8), il primo in Europa completamente senza barriere e, a Vidiciatico, la bella piscina "Conca del Sole" (km. 4) con scivolo di 50 metri, gayser, gonfiabili e beach volley.


Per tenersi in forma

Per tenersi in forma, ma senza stress, segnaliamo i laghetti di pesca sportiva, le passeggiate a cavallo e le terme di Porretta Terme (km. 13); per impegnare maggiormente il fisico, invece, la rampa di decollo per parapendio di Monte Pizzo (km.8), il campo di tiro con l’arco di Budiara (Km. 8) o le tantissime escursioni.


Appuntamenti di rilievo

Luglio, “Porretta Soul Festival”, novembre “Enzo Biagi, il mestiere del giornalismo”, festival nazionale del giornalismo dedicato al grande giornalista originario di Pianaccio.


Nei dintorni

Da non perdere, infine, il museo etnografico di Poggiolforato (km. 8) dedicato ai mestieri e alla cultura montanara e i Centri visita del parco Corno alle scale di Pianaccio (km. 5) e di Madonna dell’Acero (Km. 12).

A poca distanza da Lizzano in Belvedere, i Santuari Mariani di Madonna dell’Acero (14 km) e Madonna del Faggio (20 km), costruiti per ricordare diverse apparizioni della Vergine e un piccolo gioiello di architettura contemporanea: la Chiesa di Santa Maria Assunta, a Riola (25 km), opera del noto architetto finlandese Alvar Aalto.

Di grande interesse archeologico, l’area adiacente l’abitato di Marzabotto (43 km), dove, a partire dal 1831, sono stati rinvenuti i resti di “Misa”, una grande città etrusca, sorta fra il VI e il IV secolo a.C..

Ultimo aggiornamento 08/01/2020

Per maggiori informazioni

Redazione Appennino Bolognese

UFFICI INFORMAZIONI

Ufficio Informazioni Turistiche di Lizzano in Belvedere
Via G. Marconi, 6 40042 Vidiciatico (Lizzano in Belvedere)
Tel: 0534 51052 iat.lizzano@comune.lizzano.bo.it

Potrebbe interessarti...