San Giovanni in Persiceto

Logo CC

Collocata al centro della Pianura a nord ovest di Bologna, lungo la ferrovia Verona-Bologna, San Giovanni in Persiceto è una vivace cittadina ricca di storia e cultura. La località è la patria di Giulio Cesare Croce e di Bertoldo, personaggio nato dalla sua penna, diventato protagonista del celebre Carnevale locale.


Quando andarci e cosa vedere


Terra di santi e di prodotti tradizionali della terra, San Giovanni vanta anche una concentrazione di musei di vario interesse, dal Museo del Cielo e della Terra, al Museo Archeologico Ambientale fino al Museo d’Arte sacra.


Da non perdere

Il centro storico medievale della località, dall'originale impianto concentrico, custodisce molti edifici degni di nota: nella sola centralissima piazza del Popolo si trovano la Collegiata di San Giovanni Battista, dove sono conservati dipinti di Guercino, Albani, Gandolfi e Guardassoni, il Palazzo Comunale, di origine quattrocentesca, e il Teatro Comunale, dall’intatto impianto settecentesco.

Da non perdere è anche Piazzetta Betlemme, ribattezzata "La piazzetta degli inganni" per i coloratissimi dipinti trompe-l'œil ad opera dello scenografo cinematografico Gino Pellegrini.

San Giovanni vanta inoltre una concentrazione di musei di vario interesse, dal Museo del Cielo e della Terra, al Museo Archeologico Ambientale fino al Museo d’Arte sacra.


Sulla tavola

I piatti della tradizione emiliana a San Giovanni in Persiceto sono di casa, e vengono preparati con cura in trattorie, sagre e feste secondo le antiche ricette.

Nella fertile pianura del Samoggia, e in particolare nelle campagne di San Matteo della Decima, cresce una qualità di Melone IGP, nota per il gusto speciale, allo stesso tempo più saporito e più dolce. Anche i cocomeri qui sono rinomati.

Dolce tipico della zona sono i cosiddetti africanetti, biscotti simili alla meringa, di colore giallo vivo a forma di lingotto friabili all'esterno e morbidi all'interno.


Appuntamenti di rilievo

Ogni anno il Carnevale storico persicetano, annoverato tra i più importanti d’Italia, permette di assistere ad uno spettacolo unico: lo Spillo. I carri allegorici arrivano nella piazza centrale per dar vita a un’improvvisa e sorprendente trasformazione che rivela un significato nascosto, spesso ironico e dissacrante. 

Le Persiceteidi (notti attorno al 10 agosto) sono l’occasione per osservare le stelle cadenti in compagnia di esperti astrofili nel giardino dell’importante area astronomica di San Giovanni, dove sorgono un planetario e un osservatorio astronomico


Nei dintorni

Nei dintorni di San Giovanni in Persiceto sorgono diverse aree umide protette, raggiungibili anche in bicicletta. La Bora è un ambiente naturale dove vivono diverse specie di piante e animali, tra cui la testuggine palustre che proprio qui ha un importante centro di riproduzione. L’area naturale di Manzolino-Tivoli, al confine con il territorio modenese, è un paradiso del birdwatching. La Cassa di espansione del torrente Samoggia è riparo per numerose specie vegetali e animali, oltre che per i 727 alberi qui piantati nel 2010 grazie all'iniziativa “Avatar Home Tree”, promossa a livello mondiale dalla 20th Century Fox e legata al noto film “Avatar”.

Nella frazione Le Budrie visse e morì la santa bolognese Clelia Barbieri, fondatrice delle Suore minime dell'Addolorata, canonizzata il 9 aprile 1989 da Giovanni Paolo II. Nell'oratorio di San Giuseppe sono conservate le reliquie della santa. 


Uffici informazioni

Ufficio Relazioni con il Pubblico di San Matteo della Decima
Via Cento 158/a San Giovanni in Persiceto (BO)
telefono: + 39 051 6812057 urp@comunepersiceto.it
Ufficio Relazioni con il Pubblico di San Giovanni in Persiceto
Corso Italia 78 San Giovanni in Persiceto (BO)
telefono: + 39 051 6812708 telefono: + 39 800069678 urp@comunepersiceto.it
Ultimo aggiornamento 24/09/2020
SITO UFFICIALE DI INFORMAZIONE TURISTICA © 2020 - 2021 Regione Emilia-Romagna Assessorato Turismo e Commercio