San Pietro in Cerro

Logo CC

A pochi chilometri dall’uscita autostradale di Fiorenzuola d’Arda sulla strada che porta a Cremona.


Perché visitarla

Il castello di San Pietro in Cerro antica dimora appartenuta ai conti Barattieri è sicuramente l’attrazione principale.


Quando andarci e cosa vedere

In primavera quando si organizzano mostre ed eventi all’interno del castello.


Camera con vista

Le ex scuderie del castello di San Pietro in Cerro sono state trasformate in raffinato relais de charme immerso nel verde parco del maniero.


Da non perdere

Come documenta un'epigrafe in pietra che si affaccia sul Cortile dei Cavalieri, il Castello fu edificato nel 1460 da Bartolomeo Barattieri, nobile giureconsulto e ambasciatore di Piacenza presso la corte di Papa Giulio II della Rovere. La famiglia Barattieri ha mantenuto la proprietà fino al 1993, permettendo così un'ottima conservazione della struttura originaria che si presenta oggi come fedele e preziosa testimonianza di dimora gentilizia quattrocentesca. Disposto su un impianto rettangolare da cui emergono il mastio d'ingresso e due torrioni rotondi collocati a difesa del lato Nord, il Castello appare esternamente austero e compatto, mentre all'interno un elegante corte quadrata a doppio ordine di arcate


Sulla tavola

I piatti tipici della bassa a base di pesce di fiume.


Nei dintorni

In paese, la Chiesa di San Pietro, datata 1522, conserva dipinti del Seicento e del Settecento. Nei dintorni Cortemaggiore e a pochi chilometri i luoghi verdiani.

Ultimo aggiornamento 01/12/2020

Potrebbe interessarti...

SITO UFFICIALE DI INFORMAZIONE TURISTICA © 2020 - 2021 Regione Emilia-Romagna Assessorato Turismo e Commercio