Quadrilatero del gusto

Logo CC

Quadrilatero del gusto.
Già il nome è la promessa di un itinerario che porterà con sé un ricordo tanto piacevole quanto indelebile.
Dove si trova? Cos’è? Serve il biglietto?

Con calma, basta leggere quanto segue e...organizzarsi per la partenza!

  • Durata
    24 ore
  • Interessi
    Food Valley
  • Target
    Amici/Solo,Coppia
  • Prima tappa Bologna

    Il Quadrilatero del gusto, innanzitutto, si trova nel centro storico di Bologna ed ha conquistato questo nome perché è una zona ad altissima concentrazione di piccole botteghe, specializzate soprattutto in gastronomia tipica emiliana e bolognese.

    Il perimetro del Quadrilatero del gusto è tracciato dall’incrocio tra via Rizzoli, via dell’Archiginnasio, via Farini e via Castiglione, ma al suo interno è percorso da minuscole vie la cui toponomastica evoca che, fin dai tempi più antichi, le strade prendevano il nome dalle arti e dai mestieri che vi venivano esercitati.

    In una di queste, più precisamente in vicolo dei Ranocchi, si trova l’osteria più antica di Bologna: l’Osteria del Sole, l’unica che abbia mantenuto la formula originaria che prevede il servizio solo del vino e, ad oggi, delle bevande in generale, mentre ognuno porta con sé il proprio cibo preferito.
    È un’ottima idea per trascorrere un pranzo fuori dagli schemi!

    Ecco che allora l’itinerario attraverso il Quadrilatero del gusto diventa anche l’occasione per andare a caccia di prelibatezze da gustare subito.

  • Seconda tappa Bologna

    È decisamente venuto il momento di addentrarsi in via Clavature, una delle arterie principali del Quadrilatero del gusto: qui si trova uno degli ingressi del Mercato di Mezzo che merita senz’altro una visita.
    Oltre a essere uno dei luoghi storici più rappresentativi della cultura del cibo bolognese, vi si trovano piccoli banchi con svariate proposte culinarie, da mangiare sia da asporto che sui tavoli comuni. 

    Ma ovviamente il Quadrilatero riserva tantissime altre delizie: molte di queste si trovano nelle antiche salsamenterie e botteghe presenti in via Capraie e Via Drapperie, dove assaggiare formaggi e salumi tipici (come la celebre mortadella), ma anche pasta fresca, prodotti di rosticceria, conserve e dolci.
    Non si può lasciare Bologna senza aver gustato la Pinza Bolognese ripiena di mostarda, una confettura tipica a base di pere e mele cotogne.

    Sempre in zona, una tappa obbligata sono i panifici storici che, oltre a sfornare senza sosta pane e dolci, producono artigianalmente pasta fresca e uno dei dolci bolognesi più tradizionali: il Certosino.

    Pochi passi e non si può fare a meno di entrare a curiosare dentro le meravigliose drogherie e bottiglierie, dove trovare la migliore selezione di vini e liquori, salse, sughi e aceto balsamico, cioccolato e dolciumi confezionati.

  • Terza tappa Bologna

    Prima di terminare il tour all’interno del Quadrilatero, imperdibile una degustazione di tigelle e salumi: in via Pescherie Vecchie i locali si susseguono invitanti, perfetti per un aperitivo al tramonto.

    Scoprirete che, oltre a un brulicante susseguirsi di salumerie, ortofrutta, macellerie e panifici, quello che più rapisce del Quadrilatero è l’atmosfera che si respira, fatta di storia e tradizione, di condivisione e scoperta.

    Questo è il cuore pulsante di Bologna, dove ogni bottega ha una storia da raccontare!

Ultimo aggiornamento 12/02/2020

UFFICI INFORMAZIONI

IAT Bologna Welcome
Piazza Maggiore 40124 Bologna (Bologna)
Tel: 051 6583111 booking@bolognawelcome.it