Alla scoperta del Liberty Decò termale

Passeggiando per Salsomaggiore

Logo CC

Lo stile Liberty, sviluppatosi in Europa nel periodo della Belle Epoque, ha investito ogni campo artistico ed artigianale, dall’architettura all’arredamento, dalla grafica allo spettacolo, dalle vetrate alle cartoline illustrate.

È il trionfo della linea curva, serpentinata, elegante, di ispirazione vegetale e floreale.

Seguendo questo itinerario scoprirete che a Salsomaggiore Terme il gusto e l’impronta Liberty e Decò, oltre a concentrarsi negli stabilimenti termali, negli alberghi più prestigiosi e in edifici privati del centro, si sono espressi in numerose costruzioni della città, realizzate fino agli anni Trenta. 

La città intera con le sue insegne, recinzioni e cancellate, balconi, pensiline, cartelloni pubblicitari, decorazioni di edifici, ecc... si è ispirata al mondo vegetale, trasformandosi in un meraviglioso “parco artificiale”, in perfetta armonia con le architetture dei parchi e le decorazioni delle aiuole.

  • Durata
    24 ore
  • Interessi
    Arte & Cultura
  • Target
    Tutti
  • Prima tappa Salsomaggiore Terme

    La partenza del tour è piazza Lorenzo Berzieri. Davanti al maestoso edificio delle Terme si trova il Pozzo Scotti, vecchio pozzo artesiano di acqua salsobromoiodica la cui gabbia è realizzata in ferro battuto con intrecci di rami e foglie, evidente ed interessante esempio di stile Liberty. Di fronte si trova il nobile Palazzo Liberty delle Terme Lorenzo Berzieri risalenti al 1923.

    L’imponente Palazzo è uno degli edifici più complessi ed interessanti del centro termale, simbolo del termalismo europeo e della città di Salsomaggiore Terme, esempio unico di Art Decò termale. Il pittore e decoratore fiorentino Galileo Chini curò gli apparati decorativi di questo edificio, nei quali emergono evidenti elementi della cultura orientale. L'edificio Liberty è censito nel Patrimonio Culturale dell’Emilia Romagna e all’interno si può visitare un’esposizione di ceramiche artistiche prodotte dalle Fornaci Chini di Borgo San Lorenzo (Firenze), utilizzate per i decori dell’edificio.

  • Seconda Tappa Salsomaggiore Terme

    Di fianco alle Terme Berzieri si trova la Galleria Warowland, in stile neo-medievale, edificata nel 1914 su progetto dell’architetto Orsino Bongi. Il committente, il conte Ladislao Tyszkiewicz, residente a Milano dove già gestiva una fiorente galleria d’arte moderna, adibì la sede a prestigiosa succursale; oggi la galleria ospita lo I.A.T. - Informazioni Accoglienza Turistica della Città. 

  • Terza Tappa Salsomaggiore Terme

    Lasciando piazza Berzieri, si prosegue in direzione di Parco Mazzini (1913), storico parco urbano annoverato tra il Patrimonio Culturale dell’Emilia Romagna. In passato, il parco era conosciuto come “Parco Regina Margherita” in omaggio a Margherita di Savoia, che fu spesso ospite a Salsomaggiore Terme. L’area verde conserva un tipico giardino all’italiana, un laghetto e molte alberature risalenti al primo impianto del parco. Un percorso botanico “Gli alberi della regina” conduce alla scoperta delle piante più significative. Il disegno originario del parco fu elaborato nel 1912 dall’architetto Giuseppe Roda, erede della celebre dinastia di paesaggisti torinesi, che per la realizzazione si ispirò ai canoni tipici del periodo Liberty.

  • Quarta Tappa Salsomaggiore Terme

    Il percorso prosegue con la visita allo storico edificio della Stazione Ferroviaria (1935) in travertino bianco e rosa. Progettata dall’ingegnere Cervi sul modello, in versione ridotta, della Stazione Centrale di Milano. La stazione presenta notevoli vetrate ad arco, che ornano sia la facciata rivolta alla piazza, sia quella rivolta ai binari. Molto interessanti l’ampia volta a lacunari dell’atrio, in stile Déco, e la fontanella a cinque bocche, sulla piattaforma dei binari che, insieme ad altri particolari decorativi, riprende il tema dell’acqua.

  • Quinta Tappa Salsomaggiore Terme

    Risalendo il viale in Parco Mazzini, si incontrano le Terme Luigi Zoja di impronta moderna e il Parco Corazza che prima di essere trasformato nel verdissimo parco che lambisce il passeggio di Viale Romagnosi, era un prato sul quale venivano stesi ad asciugare i teli da bagno dell’adiacente stabilimento termale Dalla Rosa, oggi non più esistente. Ristrutturato nel 2007, oggi accoglie La Strega, opera scultorea di Cristoforo Marzaroli. La statua raffigura una vecchia signora seduta su una sedia, protesa in avanti e con i gomiti appoggiati sulle ginocchia, probabilmente una maga o una fattucchiera come lasciano intuire alcuni dettagli: la bacchetta e il libro che tiene tra le dita, il rospo, la serpe e il crogiuolo ai suoi piedi. Inizialmente realizzata in gesso (il cui originale è conservato nella gipsoteca dell’Istituto d’Arte Paolo Toschi di Parma), fu restituita alla città per merito del “Comitato Marzaroli”, il quale si attivò per eseguirne la fusione in bronzo affidata allo scultore Gianantonio Cristalli. La statua venne fusa con il metodo a cera persa nelle Fonderie Caggiati di Colorno. La posa al centro del parco e la successiva inaugurazione avvennero nel marzo del 2006.

  • Sesta Tappa Salsomaggiore Terme

    Ultima tappa del tour è il Palazzo dei Congressi salendo il viale Romagnosi. Il Palazzo era noto come Grand Hotel des Thèrmes (1901). Lo storico edificio nacque come imponente albergo di lusso. La conduzione dell’hôtel venne inizialmente affidata a due noti imprenditori alberghieri: Cesare Ritz e al barone Pfyffer, già proprietari di prestigiosi hôtels in varie località mondane europee, elemento che ebbe un ruolo importante nel richiamare una clientela d’élite di livello internazionale. Dopo la prima Guerra Mondiale, l’edificio venne ampliato con la costruzione di un nuovo corpo, destinato ad accogliere il Salone Moresco, la Taverna Rossa ed il Loggiato. In questa parte dell’edificio intervenne Ugo Giusti e l’artista fiorentino Galileo Chini, a quest’ultimo si devono le decorazioni pittoriche delle sale interne, ispirate allo stile moresco e il rifacimento della cupola della Sala delle Cariatidi.

Ultimo aggiornamento 18/12/2020

Per maggiori informazioni

Redazione Salsomaggiore Terme

UFFICI INFORMAZIONI

IAT Salsomaggiore
Largo Roma 8 Salsomaggiore Terme (PR)
telefono: + 39 0524 580211 info@portalesalsomaggiore.it Apertura: Annuale

Potrebbe interessarti...

SITO UFFICIALE DI INFORMAZIONE TURISTICA © 2020 - 2021 Regione Emilia-Romagna Assessorato Turismo e Commercio