Fornovo di Taro

Logo CC

Punto di raccordo tra la pianura padana e la Lunigiana, da Fornovo Taro  si può andare verso la Strada Statale della Cisa, Borgo Val di Taro oppure in direzione Bardi. 

Si trova il casello autostradale dell'Autostrada della Cisa.


Perché visitarla

Fornovo fu in età medievale importante tappa sulla strada dei pellegrini per monte Bardone, lungo il percorso della Via Francigena, il suo nome è legato anche alla celebre battaglia combattuta nel 1495 tra l'esercito della Lega Italiana e quello di Carlo VIII.
Di interesse turistico sono la Pieve romanica di S.Maria Assunta, Villa Carona del XVII secolo e la miniera petrolifera di Vallezza.


Da non perdere

Pieve romanica di S. Maria Assunta

Al centro del paese si trova una delle più importanti pievi romaniche del territorio parmense, con all'interno pregevoli fregi narrativi e pezzi scultorei di ambito antelamico. Sulla facciata è da segnalare la scena raffigurante l'Inferno e i vizi capitali. 


Nei dintorni

A pochi chilometri da Fornovo è possibile visitare la Riserva Naturale Orientata Monte Prinzera, un affioramento ofiolitico dal profilo originale nel paesaggio del medio Appennino parmense caratterizzata da esemplari faunistici e floreali rari. 
Non distante si può anche visitare il Castello di Varano dè Melegari, eccezionale esempio di architettura medievale a carattere difensivo. 


Uffici informazioni

IAT Fornovo
Via XXIV Maggio 2 Fornovo di Taro (PR)
telefono: + 39 0525 2599 fax: + 39 0525 2599 iatfornovo@gmail.com telefono: + 39 346 9536300
Ultimo aggiornamento 23/11/2020

Potrebbe interessarti...

SITO UFFICIALE DI INFORMAZIONE TURISTICA © 2022 Regione Emilia-Romagna | Assessorato Turismo e Commercio