Modigliana

Logo CC

Modigliana sorge nella valle del Tramazzo e vanta origini molto antiche ed una storia ricca di eventi importanti che spesso oltrepassa i confini locali.


Quando andarci e cosa vedere

Modigliana è il centro di maggior rilievo della vallata del Tramazzo.

Nel Medioevo fu feudo dei conti Guidi, potente famiglia dominatrice di oltre duecento castelli tra la Romagna e la Toscana.

E’ ricca di edifici storici, Palazzo Pretorio, Palazzo Borghi, l’antica Rocca dei Conti Guidi, detta la Roccaccia, notevole il Duomo e la Tribuna (piazza Don Minzoni), ingresso principale al castello, composta da due campanili e da un'edicola con la statua della madonna.

alt text
Rocca dei Conti Guidi
​​​​​​​
Il museo Don Giovanni Verità custodisce poi numerose opere di Silvestro Lega, pittore che qui ebbe i natali. Modigliana, vivace culturalmente, è sede dell’Accademia degli Incamminati, sorta nel 1600.


Da non perdere

Piazza Pretorio, forse la più bella piazza medievale della provincia di Forlì-Cesena, vi si accede dalla porta ad arco che introduce nel Borgo Vecchio e vi si affacciano diversi edifici.

Palazzo Pretorio, in pietra a vista di tipo toscano trecentesco, sede del Podestà fin dal 1377 ora sede della Pinacoteca Silvestro Lega ed il Duomo, l’antica Pieve di Santo Stefano in Juviniano di cui non rimane che la cripta, citata sin dall’892, dedicata a S. Stefano e Martire.


Sulla tavola

Primo tipico di Modigliana sono i tortelli di patate, generalmente serviti con burro fuso e parmigiano reggiano grattugiato sopra.


Appuntamenti di rilievo

Da non perdere la terza domenica di settembre le Feste dell'Ottocento: Tableaux Vivants, per l'occasione quasi tutti i paesani si vestono con costumi dell'epoca per effettuare riproduzioni viventi dei quadri del pittore modiglianese Silvestro Lega.

alt text
Immagine delle Feste dell'Ottocento


Nei dintorni

Alla periferia del paese, in direzione Faenza, si raggiunge il ponte della Signora (o ponte di S. Donato, secolo XVIII), spettacolare manufatto a schiena d’asino, formato da tre archi, con il centro molto alto sulle acque. Fu costruito al posto di un precedente ponte demolito da una piena straordinaria. e fu detto "della Signora" a causa della sua collocazione, accanto alla villa "La Colombaia" il cui capo famiglia, all'epoca, era una nobildonna.

Ultimo aggiornamento 18/03/2020

Per maggiori informazioni

Redazione Turismo forlivese

UFFICI INFORMAZIONI

IAT di Modigliana
Piazza Matteotti 47015 Modigliana (FC)
Tel: 366 9743320 turismo@comune.modigliana.fc.it

Potrebbe interessarti...