Premilcuore

Logo CC

Le origini di Premilcuore sono misteriose, anche se esistono diverse versioni e leggende a proposito della sua fondazione; storicamente sono state trovate tracce di età eneolitica, umbroetrusca e tardo romana. Nell’alto medioevo la zona era sotto il controllo della Chiesa ravennate, a partire dal 1124 Premilcuore entrò in possesso e fu governato dai conti Guidi.Nel 1424 il paese fu sfiorato dall’effimera avanzata dei Visconti di Milano e nel 1494-96 fu sotto il controllo di Caterina Sforza, si alternarono nel corso dei secoli diverse fasi politiche fino ad arrivare ai primi del '900, quando il paese passa dalla Toscana alla Provincia di Forlì. Ad oggi Il borgo murato, al quale si accedeva solo dalle due porte (Porta di Sotto a Nord, demolita in passato, e Porta Fiorentina a Sud, tuttora esistente ma ritoccata), conserva quasi intatto il nucleo medievale, dominato dai resti dell'antica Rocca.


Quando andarci e cosa vedere

Il borgo, sovrastato dalla rocca, testimonia le sue origini medievali. Pregevole il Palazzo Briccolani, l’Oratorio di San Lorenzo, l’Oratorio del Mogio, la Pieve di San Martino.

Premilcuore offre anche il Museo della Fauna del Crinale Romagnolo ed è sempre maggiore meta dei turisti che amano la natura e la quiete degli antichi boschi.


Da non perdere

Il fiume Rabbi è sempre stato una risorsa per il  paese con le sue grotte, pozze fresche nelle quali tuffarsi (con attenzione) e grossi sassi piatti e levigati sui quali stendere un telo e prender il sole, lasciandosi cullare dal rumore dell’acqua che scorre.

alt text
Il Mulinaccio


Per tenersi in forma

E' una delle porte d'accesso al Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona, Campigna, punto di partenza ideale per escursioni a piedi e a cavallo.


Nei dintorni

La chiesa di Santa Maria ad Nives, si trova a Fiumicello, piccolo borgo, tutto costruito nella caratteristica pietra locale, e raccolto intorno ad essa, dista circa 6 chilometri da Premilcuore. Fu ricordata per la prima volta in una bolla del 1 aprile 1124 in cui papa Callisto II la conferma come possedimento dell’abbazia di San Benedetto in Alpe.

alt text
Chiesa di Santa Maria delle Nevi (Ad Nives)

Ultimo aggiornamento 28/02/2020

Per maggiori informazioni

Redazione Turismo forlivese

UFFICI INFORMAZIONI

UIT Premilcuore
Via Roma 47010 Premilcuore (Premilcuore)
Tel: 0543 956540 Fax: 0543 956557 Fax: 0543 956557 cv.premilcuore@parcoforestecasentinesi.it

Potrebbe interessarti...