Toano

Logo CC

Toano si trova in collina, tra val Secchia e crinale; è un importante centro agricolo per la produzione di Parmigiano Reggiano.

Il capoluogo sorge sul monte Castello (944 m.), che culmina con la medievale Pieve di Santa Maria di Castello. La zona offre ai suoi visitatori tutto ciò che può concorrere a rendere piacevole una vacanza: piscina, impianti sportivi, sentieri per camminate o mountain ed una offerta ricettiva ben articolata, oltre a tanti eventi. Fa parte della Riserva dell’uomo e della Biosfera Unesco dell’Appennino tosco emiliano.

Questo territorio fu abitato fin da epoca romana, ma la sua importanza aumentò nel medioevo, quando divenne centro delle vicende europee grazie alla famiglia Canossa, che sul monte Castello aveva una delle sue fortezze, a controllo del percorso che dalla pianura giungeva in Toscana, oggi valorizzato con il nome di Via matildica del Volto Santo.

 


Da non perdere

La Pieve matildica di Santa Maria in castello a Toano, con il sito archeologico collegato, costituisce l’esempio più antico di architettura medievale in questa zona.

Le Balze di Malpasso, vicino a Quara: un geosito in cui affiorano rocce di arenaria, dove i corsi d'acqua hanno inciso tratti vallivi molto incassati. Ci sono due ponti tibetani sospesi, oltre al normale sentiero, ed una piccola via ferrata con due percorsi attrezzati che permettono di raggiungere la cima del pizzo di Castel Pizzigolo, un sito archeologico medievale da cui si gode di una bella vista sulla valle del Dolo.


Appuntamenti di rilievo

La Festa dell’Agricoltura di Corneto, ogni anno attorno al 10 agosto

Manno Medioevale, rievocazione storica, ogni anno a Ferragosto

Festa del Tartufo a Cavola, ogni anno a metà novembre

I Presepi di Corneto, ogni anno nelle settimane tra Avvento ed Epifania.


Nei dintorni

A Quara si trovano sorgenti termali, scoperte in epoca romana. Ancora oggi sgorgano le acque medicamentose, vicino al torrente Dolo, a temperatura costante di 24,4º.

Corneto, con il Centro studi “I Ceccati”, è un piccolo centro di interesse per l’architettura e la scultura locali e ospita ogni anno manifestazioni e mostre.

Cavola sorge a ridosso del fondovalle Secchia, è un centro particolarmente attivo in campo artigianale, industriale e agricolo, anche per effetto di una buona viabilità che lo congiunge rapidamente a valle con la nota zona delle ceramiche tra le province di Reggio Emilia e Modena. Chiamata "Piccola Alba reggiana" per i suoi tartufi, celebrati ogni anno con una festa popolare.

Ultimo aggiornamento 02/12/2020

Potrebbe interessarti...

SITO UFFICIALE DI INFORMAZIONE TURISTICA © 2020 - 2021 Regione Emilia-Romagna Assessorato Turismo e Commercio