Salame Piacentino DOP

Una prelibata specialità di Piacenza

Logo CC

Assieme alla coppa e alla pancetta, il Salame Piacentino DOP è il tipico salume della provincia di Piacenza. A base di parti magre e grasse di suini allevati in Emilia Romagna e Lombardia, questo prodotto tipico piacentino si riconosce per la sua grana grossa, la consistenza morbida e il sentore di spezie.

I salumi a Piacenza sono di casa da molti secoli. Le prime testimonianze dell’allevamento dei suini in queste zone si ha in epoca romana. Ma è nel Medioevo e più ancora nel XV secolo che incrementa la produzione di salumi, favorita dalle condizioni climatiche della zona, e inizia l’esportazione nei territori limitrofi come la Lombardia. Nel Settecento poi il commercio si spinge anche oltralpe, fino ad arrivare in Francia e Spagna.

Per essere definito tale, il Salame Piacentino DOP deve sottostare a un disciplinare su cui vigila il Consorzio Salumi DOP Piacentini. Il suo gusto caratteristico deriva infatti dall’aggiunta di sale, pepe, aglio, vino e zucchero alla carne macinata, dosati alla perfezione, e da una stagionatura non inferiore ai 45 giorni.

In cucina

Ottimo tagliato a fette come antipasto, il salame piacentino raggiunge un’esplosione di gusto se abbinato al tradizionale gnocco fritto o ai fichi freschi, magari in compagnia di un calice di Gutturnio o una Bonarda dei Colli Piacentini. Potrete testare altre ricette alla Festa del salame di Sarmato, organizzata ogni anno a maggio.

Info

Ultimo aggiornamento 14/07/2020
SITO UFFICIALE DI INFORMAZIONE TURISTICA © 2019 - 2020 Regione Emilia-Romagna Assessorato Turismo e Commercio