Marano sul Panaro

Per la sua caratteristica di essere l’ultimo Comune della pianura ed il primo della montagna, Marano sul Panaro è stato definito “la porta dell’Appennino”. Questa collocazione privilegiata ha permesso al paese di raggiungere i livelli di sviluppo economico e sociale propri della pianura e di conservare al contempo le bellezze naturali e l’economia rurale tipiche delle zone collinari a circa 30 km dalla vicina Modena.


Da non perdere

La conoscenza, la tutela e la fruizione dell’ambiente naturale sono da tempo una priorità del luogo, che nel corso degli anni ha creato un’offerta turistica di indubbio interesse con il Museo civico di ecologia e storia naturale, il Museo delle Energie, il Parco faunistico di Festà, il Parco delle Cince a Casona. Migliaia di visitatori ogni anno fruiscono del Parco Fluviale di Marano, attraversato dal Percorso Natura che da Modena giunge fino a Casona.

Essendo ricco di storia, il territorio presenta inoltre borghi di interesse architettonico e ambientale come Festà, Ospitaletto, Rodiano, Denzano e Villabianca.


Sulla tavola

Grande eccellenza del territorio sono i prodotti tipici tra cui il Parmigiano Reggiano, l'aceto balsamico tradizionale, i tortellini di Marano, le crescentine, lo gnocco, i borlenghi, che si possono acquistare nelle numerose rivendite o degustare nei ristoranti del luogo


Appuntamenti di rilievo

Tra gli eventi più importanti si segnalano il Festival nazionale ed europeo del Teatro dei Ragazzi, la rassegna di danza Anzichèdanza ed il ciclo di incontri con i protagonisti di alpinismo, avventura ed espolorazione Azione Natura, il Carnevale Maranese, la Festa dell’agricoltura, il Mercatino di Natale

Ultimo aggiornamento 11/03/2020

Per maggiori informazioni

Redazione Regionale

Potrebbe interessarti...