Weekend a Ravenna con la famiglia

Un itinerario tra laboratori di mosaico, tartarughe e parchi divertimento

Logo CC

Avete un fine settimana libero da saggi, partite, scout, compiti, compleanni? 

Ravenna vi aspetta con tanti diversi itinerari per tutta la famiglia tra mosaici e parchi divertimenti, tartarughe e street art. E magari potrete tornare a casa con un’opera d’arte realizzata da voi!

  • Durata
    72 ore
  • Interessi
    Arte & Cultura
  • Target
    Famiglia
  • Prima Tappa - Casa Dante Ravenna

    Dante Alighieri lo avete studiato o lo studierete a breve. La storia della sua vita è rocambolesca e Ravenna è una delle tappe fondamentali del suo percorso di uomo e di letterato. Il Sommo Poeta visse infatti in questa città i suoi ultimi anni e qui trovò ispirazione per completare la Commedia e altre opere importantissime.

    Inaugurata nel 2021 e collocata all’interno di una magnifica dimora trecentesca, Casa Dante è uno spazio polifunzionale che sorge a pochi passi dal sepolcro dell’Alighieri. Al suo interno opere provenienti da importanti gallerie fiorentine, tra cui gli Uffizi, prestigiose edizioni custodite dalla Biblioteca Classense e una magnifica corte meditativa. 

    Nel laboratorio sarà possibile partecipare ad un breve corso di mosaico per toccare con mano quest’arte meravigliosa e portare con voi un’opera d’arte unica e originale. Non un semplice souvenir, ma un mosaico realizzato da voi, magari da tutta la famiglia.

  • Seconda Tappa - Basilica di San Francesco Ravenna

    All’interno della Zona del Silenzio, porzione del centro storico di Ravenna dedicata a Dante Alighieri, spicca la splendida Basilica di San Francesco. Risalente al V secolo, fu con ogni probabilità la chiesa più frequentata dal Sommo Poeta, nonché sede dei suoi funerali.

    Caratterizzata da una classica forma a navate, è dotata di una bellissima abside semicircolare all’interno ed eptagonale all’esterno, che per il fenomeno della subsidenza appare oggi ribassata di tre metri e mezzo rispetto al pavimento più recente.

    Ma l’elemento più caratteristico è la cripta allagata, che si trova sotto l’altare maggiore. Elaborata nel X secolo e destinata ad ospitare le reliquie del vescovo Neone, fondatore della chiesa, è costantemente sommersa d’acqua, che tuttavia permette di ammirare i frammenti musivi del pavimento dell’edificio originario. Un piccolo gruppo di pesci rossi popola e custodisce questo particolarissimo tesoro.

  • Terza Tappa - Casa delle Marionette Ravenna

    In uno dei vicoli più caratteristici del centro storico di Ravenna si trova la Casa delle Marionette, un museo d’eccellenza nel suo genere. Da cinque generazioni la famiglia Monticelli, in arte Teatro del Drago, colleziona e custodisce materiali di scena, continuando ad alimentare un vero e proprio patrimonio nazionale del teatro di figura. 

    Decine sono infatti le marionette, i burattini, le scenografie ma anche i copioni manoscritti, le foto, le locandine, i permessi, i bandi e le censure salvaguardate dal 1840 a oggi.

    La Casa delle Marionette organizza visite guidate alle collezioni, spettacoli di burattini tradizionali dell’Emilia Romagna, laboratori di costruzione di burattini, marionette, pupazzi e materiali scenografici e altre attività che rendono vivo questo piccolo museo di spettacolo.

  • Quarta Tappa - Cittadella della Street Art Ravenna

    Da diversi anni Ravenna è diventata un punto di riferimento a livello internazionale per la street art

    Grazie al festival Subsidenze sono oramai più di ottanta i murales di grandi artisti che impreziosiscono molte strade e palazzi della città.

    Muniti di bicicletta (noleggiabile in vari modi) o disposti ad una buona camminata è possibile andare alla scoperta, o alla vera e propria ‘caccia’, di opere d’autore. Punto di partenza consigliato è la cosiddetta “Cittadella della Street Art”, situata in fondo a via Tommaso Gulli. Addentratevi tra gli edifici ed ammirate queste bellissime opere, molto variegate per stile e dimensioni, tutte estremamente affascinanti. Alcune di esse, grazie all’app “ARIA - The AR Platform” sono anche osservabili in realtà aumentata. Potrete così dare vita ai personaggi e alle scenografie che popolano questi muri, realizzati tra gli altri da Ericailcane, Millo, Basik e Bastardilla.

    Da qui è poi possibile proseguire l’itinerario, in direzione del centro città, lungo via Trieste e le strade limitrofe, tra opere maestose come quelle di Jim Avignon and Pixel Pancho, e ‘pezzi’ altamente evocativi di artisti del calibro di Qbic, About Ponny, Dzia e Dissenso Cognitivo.

  • Quinta Tappa - Cestha, Centro Sperimentale per la Tutela degli Habitat Marina di Ravenna

    A Marina di Ravenna, uno dei lidi più importanti della Romagna, da alcuni anni è attivo il Cestha - Centro Sperimentale per la Tutela degli Habitat. Situato dal 2016 nella suggestiva cornice dell’antico Mercato del Pesce, in questi anni è diventato un polo innovativo di ricerche marine. Ha attivato diversi programmi di conservazione delle specie a rischio e promozione di attività di gestione sostenibile. Questi progetti hanno permesso di recuperare e salvare moltissimi animali, tra cui quasi cento esemplari di squalo e centottanta tartarughe. 

    Grazie agli incontri di divulgazione proposti è possibile visitarlo per conoscere gli animali in degenza e in attesa di rilascio, oppure partecipare a un’uscita in barca per il rilascio in mare delle tartarughe curate dal centro.

  • Sesta Tappa - Museo NatuRa Sant'Alberto

    I dintorni di Ravenna offrono molti spunti per escursioni di qualche ora in luoghi incredibili. Tra questi segnaliamo la suggestiva pedalata lungo l’Argine degli Angeli, nel cuore delle Valli di Comacchio, la visita all’Oasi di Punte Alberete, foresta allagata tra le ultime d’Europa o le escursioni nella millenaria Pineta San Vitale.

    Punto di partenza privilegiato per queste e altre esperienze alla scoperta di piante e animali (anche molto rari!) è il Museo NatuRa – Museo di Scienze Naturali “Alfredo Brandolini”. Allestito in un antico palazzo del ‘500 a Sant’Alberto, frazione a pochi chilometri da Ravenna, è da molti anni una delle principali vie d’accesso al Parco del Delta del Po. Aperto tutto l’anno, propone periodicamente escursioni, visite guidate e laboratori per ogni età.

  • Settima Tappa - Mirabilandia Savio-Mirabilandia

    A pochi chilometri a sud di Ravenna si trova Mirabilandia, uno dei parchi divertimenti più famosi d’Italia, sicuramente il più grande! Comodamente raggiungibile anche con i mezzi pubblici, è meta ambita di ragazzi e famiglie per una giornata di adrenalina, giochi d’acqua e grandi spettacoli. 

    Le attrazioni sono molte e variegate, adatte ad ogni età (e ad ogni stomaco!). Il parco offre diverse soluzioni d’ingresso e all’interno propone molte aree verdi e punti ristoro variegati. Durante l’anno vengono attivate diverse promozioni nonché eventi speciali, festival e performance come ad esempio in occasione di Halloween.

Ultimo aggiornamento 23/01/2024

Per maggiori informazioni

Redazione Ravenna

Uffici informazioni

IAT Ravenna
Piazza San Francesco, 7 - Ravenna (RA)
+ 39 0544 35755 + 39 0544 35404 turismo@comune.ra.it Apertura: annuale

Potrebbe interessarti...

SITO UFFICIALE DI INFORMAZIONE TURISTICA © 2024 Regione Emilia-Romagna | Assessorato Turismo e Commercio