San Prospero sulla Secchia

  • Destinazione
    Bologna-Modena
  • Provincia
    Modena
  • Distanza dal Capoluogo
    19 km

Il nome del capoluogo si rifà alla primitiva chiesa dedicata all'omonimo Santo, probabilmente costruita nel 1017 all’epoca della bonifica del territorio compiuta dai monaci benedettini di Nonantola.

A San Prospero sulla Secchia si segnalano alcune costruzioni d’interesse storico-artistico quali Corte Tusini di via Pace; Villa Bulgarelli e il Casino Torre situati in via Chiesa. Il territorio comunale offre l'opportunità di osservare alcune delle più belle e caratteristiche costruzioni antiche della pianura modenese. Fra queste sono da annoverare la torre a colombaia il cui esemplare meglio conservato è quello che si trova nella parte retrostante Casa Tusini, le ville tradizionali di campagna - fra le più interessanti sono da ricordare le Ville Alessandrini, Rizzatti, innalzate nei secc. XVI - XVII, "I Torrioni", l'ex Villa Vecchi, la Casa Valisnieri e la Villa Bulgarelli.

Altre tipologie edilizie di interesse sono i "casini delle delizie", luoghi dove si svolgevano feste, banchetti e battute di caccia che si affermarono nel modenese soprattutto dal '500. Esemplari di un certo valore ambientale sono il Casino Barbieri e il Casino Zanfrognini. Infine, la casa a corte, struttura che nella bassa pianura modenese veniva utilizzata per le aziende agricole di considerevoli dimensioni. Il più antico esemplare di corte chiusa è la Corte Bocchi di Staggia, la settecentesca Corte Verdeta e l'ottocentesca Corte Tusini. L'unico complesso che si rifà ai canoni della corte aperta è il Palazzo Giusti.

Un percorso ciclabile di grande suggestione permette di avere una panoramica esterna di molte delle Ville del territorio di San Prospero.

A causa del terremoto del 2012, San Prospero è stata fortemente danneggiata. Le chiese e la maggior parte degli edifici sono attualmente inagibili.

Ultimo aggiornamento 14/01/2020

Potrebbe interessarti...

SITO UFFICIALE DI INFORMAZIONE TURISTICA © 2019 - 2020 Regione Emilia-Romagna Assessorato Turismo e Commercio