Menù di Natale in Emilia Romagna

Dal primo al dolce, un viaggio fra i piatti della tradizione natalizia in Emilia Romagna

Logo CC

In Emilia Romagna il Natale e le feste natalizie in genere sono una buona occasione per riconfermare il legame con la tradizione gastronomica regionale. Nell’atmosfera calda delle luci natalizie, uno alla volta arrivano in tavola i piatti del menù tipico, spesso preparato dalla reggitrice della casa e della cucina, chiamata in dialetto rezdora (Emilia), arzdåura (Bologna) o arzdora/azdora (Romagna).

Primi piatti

Tra i primi più diffusi nel periodo di Natale in Emilia Romagna ci sono indubbiamente i tortellini, la pasta all’uovo ripiena di carne tipica di Bologna, solitamente serviti in brodo. Ogni angolo della regione ha poi la sua specialità: dalla Romagna provengono i cappelletti con ripieno di formaggio, conditi con il ragù, mentre a Parma il piatto forte sono gli anolini a base di Parmigiano Reggiano. Anche a Reggio Emilia il giorno di Natale arrivano in tavola i cappelletti, ma a differenza di quelli romagnoli contengono carne.

Secondi

Se la pasta fresca all’uovo ripiena è la protagonista dei primi, i secondi della tradizione emiliano-romagnola sono capitanati dal bollito, un misto di carni servite con vari tipi di salse.

Si va dalla salsa verde della provincia di Reggio Emilia a base di prezzemolo, uova sedano e cipolla, alla salsa verde di melanzane del ravennate, con melanzane, alici e capperi, fino all’abbinamento agrodolce con la mostarda. La tradizione contadina modenese serviva invece il bollito con una salsa di barbabietole, cipolle e carote.

Dolci

Al culmine del pasto, quando ormai si è giunti al limite della sazietà, ecco che si passa al dolce.

Come in tante regioni d’Italia, nel menù di Natale dell’Emilia Romagna non può mancare il classico panettone; esistono però anche molte ricette tipiche, dai sapori forti e gustosi.

Pensiamo ad esempio al pane di Natale modenese, un dolce dal colore marrone lucido, al panone bolognese o al pampepato ferrarese ricoperto di cioccolato, che si distinguono da altri dolci natalizi per le loro ricette ricche di ingredienti e cariche di gusto.

Infine, nella zona di Modena e Reggio Emilia ci si alza da tavola con in bocca il sapore dei tortelli di Natale, al forno o fritti, con ripieno di crema pasticcera, marmellata o pesto natalizio.

 

Ultimo aggiornamento 14/07/2020
SITO UFFICIALE DI INFORMAZIONE TURISTICA © 2019 - 2020 Regione Emilia-Romagna Assessorato Turismo e Commercio