Cammini Storici di Emilia – Via dei Linari

Logo CC

La Via dei Linari è nata come antica deviazione della Via Francigena, che prende il nome dell’omonima Abbazia posta sul crinale di confine tra l’Emilia e la Toscana. 
Storicamente percorso di passaggio commerciale e di pellegrinaggio alternativo per raggiungere Roma e Lucca, oggi è un cammino ricco di natura, arte ed enogastronomia di pregio.

La Via dei Linari è un cammino di difficoltà moderata, che attraversa luoghi dalla grande importanza naturalistica, come la Riserva della Biosfera Unesco dell’Appennino Tosco Emiliano, e luoghi di produzione agroalimentare di lunga tradizione, come Langhirano, la terra del Prosciutto di Parma, ad un passo dal romantico Castello di Torrechiara, custode della favola d’amore tra Pier Maria Rossi e l’amata Bianca Pellegrini. 

  • Durata
    48 ore
  • Interessi
    Natura & Outdoor
  • Target
    Amici/Solo,Coppia
  • Prima tappa - Fidenza Fidenza

    Si parte da Fidenza dove il percorso devia dalla Francigena verso Parma. 

    A Fidenza lo splendido Duomo romanico, dedicato a San Donnino, prepara i pellegrini al cammino attraverso le narrazioni delle sue sculture antelamiche ad alto rilievo. 

  • Seconda tappa - Parma Parma

    Parma, Città creativa UNESCO per la gastronomia, accoglie i viandanti provenienti da ovest lungo la Via Emilia nella Chiesa di Santa Croce, che conserva ancora interessanti capitelli romanici e tracce di un antico passato. 

    Il centro religioso della città è costituito però da Piazza Duomo con la Cattedrale, il Battistero e il Palazzo Vescovile.

  • Terza tappa - Castello di Torrechiara Langhirano

    Il cammino prosegue lungo la Valle del Torrente Parma fino ad arrivare in vista dell’imponente Castello di Torrechiara che dall’alto di una collina domina il paesaggio.

    Qui la sosta ci regala la possibilità di immergerci in una atmosfera medievale e la degustazione degli ottimi Vini Colli di Parma DOP.

  • Quarta tappa - Langhirano Langhirano

    A Torrechiara termina il tratto pianeggiante del percorso ed inizia la salita verso gli Appennini. 
    A Langhirano è d’obbligo una sosta al Museo del Prosciutto di Parma per poi proseguire verso Badia Cavana (o Abbazia di San Basilide), un'abbazia romanica edificata nel XII secolo per volere di Bernardo degli Uberti. 

  • Quinta tappa - Tizzano Val Parma Tizzano Val Parma

    Anche la Pieve di San Pietro a Tizzano Val Parma segna le tappe di questo cammino che inizia poi la risalita della Val d’Enza nelle cosiddette Valli dei Cavalieri attraversando Ranzano, Palanzano e Rigoso

    Si tratta di luoghi di grande importanza naturalistica, che fanno parte della Riserva della Biosfera Unesco dell’Appennino Tosco Emiliano.

  • Sesta tappa - Passo del Lagastrello Tizzano Val Parma

    Si raggiunge infine l’Abbazia dei Linari, di cui oggi possiamo vedere solo pochi resti, circondati dal fascino del luogo che controllò per secoli questa importante via di comunicazione e di commercio.

Ultimo aggiornamento 03/12/2021

Per maggiori informazioni

Redazione DT Emilia

UFFICI INFORMAZIONI

IAT Fidenza Casa Cremonini
Piazza Duomo 16 Fidenza (PR)
telefono: + 39 0524 83377 iat.fidenza@terrediverdi.it
IAT Parma
Piazza Giuseppe Garibaldi Parma (PR)
telefono: + 39 0521 218889 turismo@comune.parma.it Apertura: Annuale
IAT Torrechiara
Strada del Castello 10 Langhirano (PR)
telefono: + 39 0521 355009 fax: + 39 0521 355821 iat@comune.langhirano.pr.it

Potrebbe interessarti...

Potrebbe interessarti...

SITO UFFICIALE DI INFORMAZIONE TURISTICA © 2022 Regione Emilia-Romagna | Assessorato Turismo e Commercio