Auto da sogno

Logo CC

Non è affatto raro sentir dire che, oltre la tavola, la vocazione dell’Emilia-Romagna è quella dei motori d’eccellenza.
A conferma che questo non è solo un modo di dire, basta sapere che l’area dell’Emilia compresa tra Parma e Bologna ha conquistato la denominazione di Motor Valley.

Se volete trascorrere 48 ore tra passione per la velocità, aneddoti eroici e genio creativo questo itinerario è perfetto!
Si parte alla scoperta delle auto da sogno che hanno lasciato un segno indelebile non solo dell’Emilia-Romagna, ma nella storia dei motori.

  • Durata
    48 ore
  • Interessi
    Motor Valley
  • Target
    Amici/Solo,Coppia
  • Prima tappa Varano de' Melegari

    Prima tappa: la visita guidata alla Dallara Academy.
    Una delle aziende più conosciute al mondo per la produzione di auto da corsa ha sede in un piccolo paese alle porte dell’Appennino Parmense totalmente votato alla passione per i motori: siamo a Varano de’ Melegari, dove ha sede anche l’autodromo Riccardo Paletti.

    Dallara ha deciso di dare spazio anche alla formazione, costruendo di fianco alla sede aziendale l’Academy, una struttura dove i laboratori dedicati alla formazione scolastica e universitaria incontrano la storia delle auto, da corsa e da strada ad alte prestazioni firmate prima dall’Ingegner Dallara, e da Dallara Automobili poi.

    Dalla Miura all’X19, dalle vetture Sport nate in collaborazione con Lancia alle Indycar che corrono negli Stati Uniti, dai prototipi di Le Mans fino alle serie come Formula 3 e Formula E, per arrivare all’ultima nata Dallara Stradale.

  • Seconda tappa San Martino in Rio

    Dopo questa partenza, non si può far altro che continuare a mantenere altissima la qualità del viaggio: ecco perché la seconda tappa è Ruote da Sogno, ovvero quello che a tutti gli effetti è il tempio di tutti gli appassionati di auto e moto d’epoca.
    A Reggio Emilia si trova infatti lo showroom che ospita la collezione permanente con tutti i marchi più blasonati in campo motoristico, perfettamente restaurati.

    Rimanendo nel territorio di Reggio Emilia e rimanendo in tema auto d’epoca, a San Martino in Rio si trova il Museo dell’Automobile dove sono custodite circa 40 rarissime vetture d’epoca, dalla Ford T del 1916 alla Fiat 501 del 1925, e dalla Fiat 527 Ardita del 1934 alla Jaguar XK 140 del 1958.
    Un ulteriore viaggio che permette di scatenare l’immaginazione, attraversando il tempo, i costumi e le innovazioni tecnologiche del ‘900.

  • Terza Tappa Modena

    Il secondo giorno dell’itinerario dedicato alle auto da sogno dell’Emilia-Romagna inizia rimettendosi letteralmente in strada: destinazione Modena.

    Qui, infatti, si trova la terza tappa, ovvero la Maserati: il tour all’interno della fabbrica è un affascinante percorso che intreccia la storia del marchio alle linee di assemblaggio, dando la possibilità di capire come nasce un'auto Maserati, e come sportività ed eleganza si fondono dando vita ad una delle auto più affascinanti al mondo.

    Come è intuibile, la permanenza a Modena non finisce qui: nell’arco di pochi chilometri quadrati si concentra la produzione di altri due marchi iconici. Il prossimo è forse il più celebre, nonché il più celebrato.
    Sì, si tratta proprio del Cavallino Rampante: a Modena si trova infatti il Museo Enzo Ferrari, la cui architettura ispirata ai cofani delle vetture da corsa degli anni ‘50 è ricavata dal padiglione dell’officina dove il padre di Enzo lavorava, oggi perfettamente restaurata.
    Un percorso unico al mondo studiato per ammirare i meccanismi perfetti, progettati per le vetture da pista e da strada, che hanno regalato emozioni alla Ferrari e a tutti i tifosi del Cavallino Rampante.

  • Quarta tappa San Cesario

    Dicevamo che il territorio di Modena è sede di un altro marchio iconico: si tratta di Pagani ed è la prossima tappa dell’itinerario dedicato alle auto da sogno.
    Per visitare lo stabilimento bisogna spostarsi a San Cesario sul Panaro: qui vi aspetta l'atelier e la collezione di supersportive firmate Horacio Pagani, ognuna creata secondo il principio fondatore di coniugare tecnologia e design.

  • Quinta tappa Sant'Agata Bolognese

    Giunti a questo punto, per quanto colmi di emozioni, i cuori dei veri appassionati di motori si stanno chiedendo a gran voce un finale degno del percorso intrapreso, una vera e propria ciliegina sulla torta.

    Eccovi accontentati: l’ultima tappa ci porta a Bologna, nella fabbrica e nel museo Lamborghini. Con la visita alla fabbrica si possono conoscere le fasi di creazione di modelli iconici come la V12 Aventador: il percorso inizia dal lavoro sugli interni e le pelli, e prosegue seguendo la lavorazione di telaio, carrozzeria, motore, cambio, sospensioni e freni, fino ad arrivare all’auto finita.
    Il museo, invece, ripercorre tutte le tappe che hanno fatto la storia del marchio: vetture storiche, immagini e fotografie che raccontano passato, presente e obiettivi futuri di una delle più grandi case costruttrici italiane.

    Resta solo da…sgommare verso l’avventura!

Ultimo aggiornamento 06/02/2020

UFFICI INFORMAZIONI

IAT Modena
Piazza Grande Modena (Modena)
telephone: 059 2032660 fax: 059 2032659 fax: 059 2032659 email
SITO UFFICIALE DI INFORMAZIONE TURISTICA © 2019 - 2020 Regione Emilia-Romagna Assessorato Turismo e Commercio