Musei e collezioni

Luoghi unici al mondo, musei che narrano le gesta di personaggi leggendari e custodiscono cimeli

Logo CC

La Motor Valley d’Italia è prima di tutto storia e tradizione. Senza di esse oggi non sarebbe possibile avere in cima alle classifiche mondiali le grandi monoposto della Ferrari o le Desmosedici Ducati.

Tutte le aziende che fanno parte di questo distretto industriale lo sanno bene e proprio per questo consentono con orgoglio a tutti gli appassionati del mondo di scoprire nei loro musei le origini del successo automobilistico italiano.

Chi non ha mai sentito parlare, ad esempio, del Museo Ferrari di Maranello? Qui si può trovare tutta la storia del Cavallino Rampante, i suoi modelli leggendari, e rivivere le celebri vittorie della Ferrari in Formula 1.
Insieme al MEF - Museo Casa Enzo Ferrari, la storia del suo fondatore Enzo Ferrari prende forma e mette in mostra alcune alcune tra le auto più belle e vincenti di sempre.

Altri due luoghi imperdibili sono il Museo Lamborghini Mudetec e il Museo Ferruccio Lamborghini che ripercorrono entrambi la storia del marchio automobilistico attraverso le sue storiche vetture e la figura del genio fondatore.

Poco fuori Bologna si trova, invece, all’interno della sede madre il Museo della Ducati. Qui gli appassionati delle due ruote possono ripercorre le fasi storiche dell’azienda e, perché no, visitare anche la fabbrica per scoprire da vicino come nasce una delle moto più veloci al mondo.

Altrettanto suggestivo è il Museo Pagani dove un tour permette ai visitatori di accedere agli showroom, agli uffici di progettazione ma soprattutto alla linea produttiva di una delle star dell’automobilismo mondiale ma anche la Dallara Academy, un nuovo spazio che celebra la passione per le auto da competizione del suo fondatore Horacio Pagani.

Ma il patrimonio della Motor Valley d’Italia non si ferma qui.
C’è il Museo Marco Simoncelli - La storia del Sic a Coriano, dedicato alle imprese e alle gesta del pilota di moto Marco Simoncelli prematuramente scomparso;
il Museo Nazionale del Motociclo a Rimini dedicato alle due ruote dalle origini fino ai nostri giorni;
il Museo “Francesco Baracca” con le gesta e i cimeli del principale asso dell’aviazione italiana del secolo scorso;
il Museo Checco Costa che racconta le origini della storia dell’Autodromo di Imola;
il Museo della Moto di Scortichino - Glorie Italiane;
il Museo del Patrimonio Industriale a Bologna.

E poi ci sono le collezioni private, tante e bellissime che raccontano il fascino indescrivibile che i motori e la velocità hanno sempre avuto su questa terra e i suoi abitanti.

Musei

Dallara Academy - Varano de' Melegari (PR)

Museo Ferrari – Maranello (MO)

Mef-Museo Casa Enzo Ferrari - Modena

Museo Lamborghini - Sant’Agata Bolognese (BO)

Museo “Ferruccio Lamborghini” - Funo di Argelato (BO)

Museo Horacio Pagani - San Cesario sul Panaro (MO)

Museo Ducati - Borgo Panigale (BO)  

Museo Checco Costa - Imola (BO)

Museo del patrimonio industriale – Bologna

Museo della moto di Scortichino - Glorie Italiane - Scortino (FE)

Museo Francesco Baracca - Lugo (RA)

Museo Marco Simoncelli "La Storia del Sic" - Coriano (RN)

Collezioni Private

Collezione Umberto Panini - Modena

Museo nazionale del motociclo - Rimini

Museo delle moto e dei cicloamatori DEMM - Porretta Terme (BO)

Piccolo Museo della Moto - Guastalla (RE)

Museo dell'Automobile e annessa Scuderia San Martino - San Martino in Rio (RE)

Collezione Pollini - Casalecchio di Reno (BO)

Collezione Vespa - Ravenna

Collezione "Old Racing Spare Parts" di Mario Sassi Casalgrande (RE)

Collezione Nello Salsapariglia - Bagnolo in Piano (RE)

Collezione Righini - Anzola dell’Emilia (BO) 

Collezione Moto Poggi - Villanova di Castenaso (BO)

Collezione Ascari "moto Maserati" - Modena

Collezione Battilani - Imola (BO)

Collezione Pasquale Mesto - San Lazzaro di Savena (BO)

Collezione dell'Automobile Bandini - Rovere (FC)

Collezione Parilla - Modigliana (FC)

Collezione Guzzi Brunelli - Forlimpopoli (FC)

Collezione Bruno Nigelli - Monte San Pietro (BO)

Ultimo aggiornamento 23/06/2020

Per maggiori informazioni

Redazione Piacenza e provincia
SITO UFFICIALE DI INFORMAZIONE TURISTICA © 2019 - 2020 Regione Emilia-Romagna Assessorato Turismo e Commercio